Tu sei qui

Un mondo senz'acqua



Riesci a immaginare un mondo senz’acqua?

Noi lo abbiamo chiesto alle bambine e ai bambini delle scuole che partecipano ai nostri progetti di educazione ambientale, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2021 (22 marzo).

L’acqua è una risorsa naturale che spesso diamo per scontata, nonostante sia probabilmente la più preziosa. È all’acqua che dobbiamo l’origine della vita e la nostra stessa sopravvivenza. È qualcosa di cui non possiamo fare a meno. Per questo è nostro dovere preservarla e rispettarla. Per noi stessi, per gli altri, e per le future generazioni cui lasceremo questo Pianeta.

Inoltre, è necessario dare sostegno alle politiche di
solidarietà e di cooperazione internazionale per l'accesso all'acqua delle popolazioni che ne sono prive. 

Per questo, immaginando di devolvere il cachet dei “giovani attori”, finanzieremo la realizzazione di un nuovo pozzo a Banfora, in Burkina Faso, nell’ambito dei progetti del Movimento Shalom, onlus che opera anche nei nostri territori. Grazie ai protagonisti del video - e ai tantissimi alunni che hanno svolto attività di gruppo in classe - centinaia di loro coetanei potranno contare su acqua potabile.

GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA
La carenza di acqua potabile è una emergenza mondiale e in alcune aree del pianeta è una vera e propria catastrofe. Per questo è necessario creare occasioni per riflettere sull’acqua, per imparare qualcosa di nuovo, per ricordare a tutti quanto sia fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta. Per provare, tutti insieme, a fare la differenza.

La Giornata Mondiale dell'Acqua - in inglese World Water Day - è stata proclamata per la prima volta nel 1993 dall'Assemblea delle Nazioni Unite, con l'obiettivo di porre un rispetto internazionale nei confronti dell'acqua. Da allora, si celebra ogni anno il 22 marzo sviluppando un tema specifico su cui richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica. Nel 2021 è "valorizzare l'acqua".

10 COSE DA SAPERE
  1. Il 28% della popolazione mondiale non ha accesso ad acqua potabile.
  2. Il 51% soffre di scaristà d'acqua per almeno un mese l'anno.
  3. il 53% non dispone di impianti igienici adeguati.
  4. Il 40% delle abitazioni non possiede impianti per il lavaggio delle mani
  5. Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati.
  6. Accesso ad acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all'origine dell'80% di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  7. Lo scarico del water in Europa impiega una quantità d'acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell'arco di un'intera giornata.
  8. Nel corso del secolo scorso l'uso dell'acqua è aumentato del doppio rispetto al tasso di crescita della popolazione.
  9. Nei Paesi in via di sviluppo fino al 90% delle acque reflue viene scaricato senza subire alcun genere di trattamento.
  10. Il pompaggio intensivo delle acque freatiche per ricavare acqua ha fatto sì che in numerose regioni i livelli dell'acqua siano diminuiti di decine di metri, costringendo le persone a bere acqua di qualità scadente.

 

 

Uffici al pubblico

Sportelli, PuntoAcque e PuntoPiù: dove e quando.


PRONTO INTERVENTO

Da fisso e mobile, attivo 24h/24

 

Scrivici

Comunica direttamente
con noi.


PRATICHE

Da fisso, attivo dal Lun-Ven: 9-18; Sab 9-13

 

Tutela degli utenti

Tutta la modulistica per richieste, reclami e conciliazioni


PRATICHE

Da mobile, attivo dal Lun-Ven 9-18; Sab 9-13